Canone acque reflue Accordo con l'Universal

ABANO TERME. Si chiude con un accordo stragiudiziale il contenzioso tra il Comune di Abano e l'Hotel Universal in merito al pagamento del canone di scarico delle acque reflue termali. Il ricorso presentato in Tribunale da parte dell'albergatore termale era stato bocciato in primo grado, in quanto erano scaduti i termini. L'imprenditore non si era però abbattuto e aveva presentato ricorso alla Corte d'Appello di Venezia. «I legali delle due parti si sono allora parlati, confrontati e hanno trovato un accordo», spiega l'assessore agli Affari Legali Gian Pietro Bano. «Abbiamo chiuso il pregresso con il versamento da parte dell'Hotel Universal di 6. 200 euro. Volge quindi al termine una battaglia che rischiava di impedire l'accordo che stiamo cercando di trovare con gli albergatori per il versamento del pregresso». Bano si spiega meglio. «Fossimo andati avanti con la causa», rileva, «gli albergatori avrebbero atteso logicamente l'esito della stessa prima di firmare un eventuale accordo. Così fa fede la trattativa che stiamo portando avanti con le associazioni di categoria che chiudere la questione pregresso con uno sconto». Sconto che dovrebbe aggirarsi attorno al cinquanta per cento di quanto dovuto. In più nell'accordo è prevista la definizione di una nuova tariffa del canone scontata. «Sappiamo da ambo le parti che una eventuale causa sarebbe una sconfitta per entrambi», conclude l'assessore agli Affari Legali. --F.FR.