Esplode una panetteria nel cuore di Parigi Tre morti e 40 feriti

parigi. «Pensavamo fosse un terremoto»: morti, feriti, due palazzi semidistrutti, altri pericolanti, turisti in fuga con le valigie in mano, un panorama di terrore e distruzione. Nel cuore di Parigi, nel centralissimo 9/o arrondissement, zona turistica a ridosso dell'Opera, tutto è esploso ieri intorno alle 8.30 mentre i pompieri stavano già intervenendo per una fuga di gas. Due di loro sono morti, quelli che erano più vicini alla boulangerie dove c'è stato il boato. Ed è morta una turista spagnola alloggiata in un hotel vicino. È grave ma in miglioramento dopo essere stata operata Angela Grignano, 24 anni, di Trapani, impiegata dell'hotel Ibis. Feriti lievemente un giornalista e un operatore, il livornese Valerio Orsolini, della Rai inviati per le manifestazioni dei gilet gialli e alloggiati negli hotel vicini. È lui ad aver filmato le prime scene della tragedia. In serata, la rue de Trevise epicentro del dramma, a pochi metri dal teatro delle Folies Bergeres, appariva devastata, fra il crollo delle facciate dei palazzi, finestre e vetrine in frantumi, carcasse di auto e odore di bruciato.In serata i tecnici stavano ancora tentando di eliminare tutte le perdite di gas: sacche residue hanno formato «bracieri a diversi piani dell'edificio» della boulangerie. «Alcuni palazzi sono molto danneggiati - ha detto in serata il comandante dei pompieri, Eric Moulin - e potrebbero crollare da un momento all'altro. Abbiamo dubbi sulla stabilità di parecchi altri edifici, l'intera zona è danneggiata». Circa 150 persone sono state accolte nel municipio del 9/o arrondissement, i servizi del Comune propongono agli abitanti assistenza psicologica e soluzioni di emergenza per la notte in attesa delle verifiche sui palazzi. L'inchiesta sulle cause è in corso.La fuga di gas è accertata, ed è il motivo per il quale sono stati chiamati i pompieri, subito arrivati dalla vicina caserma di Chateau d'Eau. Alle 8.37, a rue de Trevise, è cominciato l'intervento, mentre si è sviluppato un incendio nella boulangerie, che era chiusa. La violentissima esplosione, udita a distanza di chilometri, ha scosso l'intero quartiere. A pochi metri sono morti sul colpo il caporal maggiore Simon Cartannaz, 28 anni, 5 di servizio, e il collega Nathanael Josselin, 27 anni, padre di un bambino di 3 anni. I feriti - una quarantina, 10 dei quali gravi - sono stati evacuati grazie a una pista di atterraggio per elicotteri improvvisata in piazza dell'Opera Garnier. --