Lettera anonima rivela «Cavatton è sospeso e andrà a Montegrotto»

SOLESINO. La lettera è stata inviata, oltre che al sindaco Elvy Bentani, anche a quelli di Sant'Elena, Pozzonovo, Granze, Montegrotto, Monselice, Bagnoli di Sopra e Anguillara Veneta. Quella in municipio l'ha portata direttamente il postino che l'ha consegnata all'ufficio protocollo. I toni in paese, da qualche tempo sopra le righe, sembrano proprio non volersi abbassare. A scaldare l'atmosfera è stata ancora una missiva, questa volta scritta su carta intestata del Comune e formalmente attribuita ai dipendenti comunali (ma senza alcuna firma), di fatto quindi catalogabile come anonima. «Scriviamo questa lettera - si legge in uno stile a tratti discutibile - per conto di quasi tutti i dipendenti del Comune e vogliamo informare tutti di quello che è accaduto in pochi mesi all'ex comandante della Polizia locale Maurizio Cavatton». Dopo essersi soffermato su episodi ben noti, relativi al fatto che la nuova amministrazione ha degradato Cavatton e lo ha sostituito al comando con Cesare Basso, la missiva svela altri nuovi particolari. Il primo che Cavatton è sospeso per un mese dal servizio, senza stipendio, a seguito di un esposto per abuso d'ufficio presentato da un consigliere comunale di Sant'Elena. Il secondo che da metà dicembre dovrebbe trasferirsi a Montegrotto. «L'ex comandante oggi vuole solo scappare il prima possibile da Solesino. Noi dipendenti non giudichiamo Cavatton, ma pensiamo che nella vita ognuno raccoglie ciò che semina. L'uomo propone, ma Dio dispone!». Insomma, ce n'è un po'per tutti. Appena ricevuta la lettera, il sindaco Bentani ha convocato all'istante in sala riunioni tutti i dipendenti del municipio e, dopo avere letto ad alta voce la lettera, ha chiesto spiegazioni, invitando i presunti autori a sottoscriverla. Tutti (ovviamente) sono caduti dalle nuvole e hanno preso le distanze non solo dalla paternità del gesto ma anche dai contenuti. Per sottolinearlo hanno poi sottoscritto un documento comune. Copia della lettera è stata portata ai carabinieri dallo stesso Bentani. «Confermo che la commissione disciplinare» ha spiegato Bentani «ha sospeso Cavatton a saguito dell'esposto del Tribunale. Pare abbia firmato documenti che spettavano ad altri. Prima della sospensione era rimasto in malattia un mese intero. Il trasferimento? Ho già sottoscritto la richiesta». --Alessandro Cesarato