Nascosto dentro un capannone il trattore rubato al vicesindaco

STANGHELLAHa percorso appena sei chilometri il trattore rubato lo scorso 9 novembre dall'azienda agricola di Marzio Pattaro, vicesindaco di Vescovana. I carabinieri della stazione locale hanno intercettato a Stanghella il John Deere S100 R rubato dall'azienda di via Pascoli nel cuore della notte. Il trattore era custodito in un capannone di via Prima Strada, tra le zone industriali di Stanghella e Boara Pisani. Assieme al mezzo di Pattaro sono stati ritrovati altri due trattori, entrambi di proprietà di una società agricola trevigiana.I due mezzi erano stati rubati tre giorni fa dall'azienda Vigna Fiorita di via Vare a Vazzola, in provincia di Treviso. I tre trattori sono stati recuperati in un capannone di una società in leasing, apparentemente sfitto: ora i carabinieri stanno indagando sui titolari della struttura. Quel che è certo è che la "banda dei trattori" che ha imperversato nelle campagne di Vescovana per un mese ha agito anche ben oltre i confini padovani, arrivando sino nel Trevigiano. A Vescovana, in particolare, oltre al trattore di Pattaro erano stati rubati anche altri due John Deere del valore di 70 mila euro dalla Società Agricola Miotto, altra realtà di via Pascoli. Un altro trattore, rubato alla succursale dell'Agricola Berica a Vescovana, era stato invece ritrovato in poche ore in zona industriale a Stanghella, dunque non molto distante dal capannone scovato dai carabinieri. I tre trattori recuperati - valore totale 135 mila euro - sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari. L'Arma sta tuttavia ancora tentando di dare un volto ai membri della banda.N.C.