Ancora maxi controlli In manette 5 persone

Intensa attività di prevenzione e repressione attuata dagli agenti della Questura, in attuazione alle direttive impartite dal Questore, lo scorso fine settimana. Dalla mattinata di sabato e per l'interna giornata di domenica, incessante è stata l'attività svolta dalle pattuglie della polizia. Nel corso dell'operazione sono stati tratti in arresto complessivamente 5 persone, di cui 4 stranieri, denunciati in stato di libertà 5 stranieri per reati inerenti la normativa sull'immigrazione, il patrimonio e resistenza a pubblico ufficiale. Controllate complessivamente 320 persone, molte delle quali risultate pregiudicate, sono stati effettuati 7 posti di controllo, sono stati controllati 97 veicoli e 8 esercizi pubblici. È stato arrestato Terek Hassini, 38 anni, tunisino, pregiudicato, per detenzione a fini di spaccio di 19 dosi di cocaina. Lo straniero alla vista della polizia ha tentato di fuggire ma è stato bloccato dopo un inseguimento terminato in via Valmanara. È finito in manette anche Maher Ben Jalel 39 anni, tunisino, rintracciato nel Cavalcavia Borgomagno. Doveva espiare un anno e 26 giorni di reclusione. Stessa sorte per Zheleva Zornitsa, 24 anni, bulgara (aveva il divieto di dimora a Padova). Poi è stata la volta di Pasquale Creuso 58enne nato a Pietradefusi (Avellino), notato passare a bordo di veicolo vicino al Bingo: era destinatario di una cattura, doveva scontare 2 anni e 3 mesi e giorni 10 per reati inerenti gli stupefacenti. Sono scattate le manette anche per Daniel Barbu romeno 40enne destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità spagnole per reati contro il patrimonio. --