Abano, la stazione fantasma bici rubate e regno di writer

ABANO TERME Rubano parti di biciclette parcheggiate alla stazione di Abano solo per l'anagrafe ferroviaria (lungo la linea Padova-Bologna), geograficamente la frazione Giarre, e si scusano lasciando un biglietto. Strani ladri di biciclette in azione ieri mattina alla stazioncina dove sono state portate via pezzi da 4 bici. Ma la stazione di Abano è anche in preda al degrado, con i writers tornati a prenderla di mira. Senza contare poi i numerosi turisti spaesati quando scendono a Giarre pensando sia Abano e non c'è neppure un bus per salvarli dall'errore. il BIGLIETTINo di scuse dei ladriChissà cosa avranno pensato i proprietari delle quattro biciclette prese di mira dai predoni una volta trovati attaccati su quanto resta del mezzo un biglietto di scuse. Su due mezzi i malviventi hanno portato via le ruote, sugli altri due il telaio. In definitiva si sono costruiti due bici nuove e se ne sono andati. Prima però hanno lasciato, come detto, dei bigliettini. «Scusa mi serviva la ruota, mi dispiace tanto», è stato trovato da chi aveva messo sotto lucchetto il telaio della propria bici. «Scusa mi serviva la bici, mi dispiace tanto», è stato invece il messaggio lasciato a chi aveva incatenato la ruota. Ai proprietari è rimasta solo la la parte messa sotto lucchetto.SITUAZIONE SEMPRE PEGGIORE«Il messaggio ritrovato dai proprietari è una vera e propria beffa», racconta un passante. «Non capita spesso di trovare ladri che addirittura ti lasciano un biglietto, quasi a prenderti in giro dopo averti derubato. Non ho parole». Ma i problemi per quanti arrivano a Giarre in bici per prendere il treno non finisco qui. «Oltre ai furti, ci sono danneggiamenti costanti», racconta un pendolare giornaliero. «Ormai ho perso il conto delle gomme che hanno bucato a me e a tante altri che viaggiano in treno». DEGRADOLa stazione di Abano è anche in preda al degrado. Negli ultimi giorni sono tornati, a colpi di vernice spray, i writers, imbrattando con scritte e disegni le pareti della stazione e il sottopasso. «Per quanto pochi siano i treni che fanno scalo a Giarre, va sempre sottolineato che Abano è una stazione turistica termale di livello internazionale», sottolinea Alessio Zanon, esponente locale di Forza Italia. «Tutti sappiamo che la manutenzione spetta alle Ferrovie. Io però chiedo che l'Amministrazione investa qualche euro per ripulire le scritte o faccia pressione sulle Ferrovie stesse. Altrimenti noi cittadini siamo pronti a riunirci e a creare un gruppo di volontari che andranno a ripitturare le pareti e il sottopasso». Un po' come avevano fatto in campagna elettorale gli esponenti della civica 35zero31. CENTRO termale CERCASI«Scusi, dove siamo finiti?». Più o meno è questo che si chiedono i turisti che per errore scendono ad Abano, anziché a Montegrotto, stazione Terme Euganee, per recarsi poi al proprio hotel in taxi o in bus. Sono molti i turisti che si lamentano del fatto che la stazione di Giarre è completamente scollegata dal centro cittadino. Non esistono mezzi pubblici come in tutti centri turistici del mondo e non esistono indicazioni. In pratica il turista si sente spaesato, come sceso in una stazione di una qualsiasi località di campagna. Non di certo turistica, come invece accade per quanti scendono, giustamente, a Montegrotto Terme. -- Federico Franchin