Nudo con prostituta, 20 mila euro di multe

A conti fatti ci poteva saltar fuori una notte indimenticabile in una suite di Dubai. Invece un agente di commercio di 42 anni di Resana (Treviso) dovrà pagare 10 mila euro per una mesta piazzola di sosta davanti al cimitero maggiore di Padova. Lì domenica notte si era appartato con una prostituta romena di 24 anni. E lì l'hanno sorpreso i carabinieri che su questo fenomeno stanno organizzando servizi ogni settimana. il controlloOrmai da qualche settimana il comando provinciale di Padova ha disposto verifiche mirati e a cadenza regolare sul fronte della prostituzione su strada. L'altra sera, tanto per dare un'ordine di grandezza, c'erano 16 militari con sette pattuglie. Da mezzanotte fino alle 6 del mattino hanno battuto a tappeto tutte le zone "calde". Di certo il parcheggio del cimitero, in questo particolare elenco, ancora non c'era finito. A notte inoltrata una delle gazzelle in servizio percorre via Chiesanuova. Il capo equipaggio si accorge di una utilitaria parcheggiata proprio lì, in una traversa del viale principale, tra siepi e pini marittimi. I militari si avvicinano e puntano il faro. La scena è inequivocabile. Vestiti pochi, imbarazzo molto. I due in auto sciolgono l'abbraccio e si rivestono velocemente, con i carabinieri che si mettono in attesa. un conto salatoUna volta ricomparse t-shirt e pantaloni chiedono i documenti a entrambi. Lui, dunque, è un agente di commercio quarantaduenne di Resana. Lei, invece, una giovane romena. Un tempo se la sarebbero cavata con una denuncia per "atti osceni in luogo pubblico" ma nel frattempo il reato è stato depenalizzato. Ciò significa che oggi è una sanzione pecuniaria, anche piuttosto salata. Dieci mila euro a testa, per la precisione. Raccontano i militari di non aver visto una persona eccessivamente preoccupata. Chi è sposato chiede sempre informazioni circa l'invio a domicilio del verbale, cercando soluzioni alternative per evitare che la questione venga intercettata dalla moglie. Ecco, stavolta non è andata così. la strategia«Il servizio sarà ancora riproposto per un contrasto sempre maggiore al fenomeno dello sfruttamento della prostituzione» riferiscono al comando provinciale dei carabinieri di Padova. «Questo testimonia l'attenzione che l'Arma dedica alla tutela delle donne, per lo più straniere, il più delle volte costrette a prostituirsi per versare le somme intascate agli sfruttatori. E tutto per pagare il debito contratto per raggiungere il nostro paese». --E.FER. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI