Cartelli dei divieti pronti solo domani il blocco no-kat parte senza controlli

Cristiano CadoniNiente cartelli, niente multe. Il primo giorno delle limitazioni antismog sarà ricordato come quello dei divieti virtuali. Veicoli Euro 0 ed Euro 1 benzina e diesel fino agli Euro 3 dovrebbero stare fermi e invece circolano, i vigili non vigilano (né potrebbero, in mancanza di segnaletica) e il Comune butta la palla avanti, a lunedì prossimo, quando le misure saranno fatte rispettare con rigore.il ritardo della regioneLa sorpresa, a dirla tutta, c'è solo per chi si era perso una puntata o due. Soltanto nel pomeriggio di mercoledì scorso, infatti, la Regione si è decisa a spedire ai Comuni le istruzioni per le ordinanze con divieti e deroghe per l'applicazione dell'Accordo padano sottoscritto da Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna nel giugno del 2017. Il Comune a quel punto ha tradotto le indicazioni in ordinanza (venerdì 28 la firma) e chiesto la segnaletica, che deve essere grande e completa. Impossibile averla in due giorni, tra tutti i capoluoghi ci è riuscita solo Belluno che ha adottato misure più morbide e ha potuto riciclare la segnaletica dell'anno scorso.ma domani...La falsa partenza si tradurrà in pochi giorni di ritardo, dato che i 130 cartelli ordinati dal Comune saranno installati da domani nelle strade mentre sui display elettronici è già attiva la messaggistica variabile. «In ogni caso per tutta la settimana si farà soltanto informazione», annuncia l'amministrazione comunale, «e non sono previste multe». I nuovi cartelli saranno grandi e chiari, assicurano dal Comune, dato che la materia è un po' complessa.il semaforo su internetPer ora lo smog è sotto controllo, negli ultimi giorni si viaggia intorno con le Pm 10 a quota 30 microgrammi per metro cubo (il limite è 50) e il semaforo resta verde, con i limiti normali. Ma chi avviserà i cittadini di un eventuale passaggio all'arancione e poi al rosso? L'indicazione data dal Comune è quella di consultare il sito padovanet.it dove è dato ampio risalto al semaforo con le istruzioni per circolare. L'amministrazione sta studiando altre forme di comunicazione, riconoscendo che sarebbe più pratica un'app che però al momento non c'è. L'unica app in circolazione è quella dell'Arpav che però al momento non ha "inglobato" il semaforo per il traffico.deroghe e autocertificazioniSu padovanet.it sono indicati anche tutti i casi di deroga per la circolazione e sono pubblicizzati i bandi per l'ammodernamento delle caldaie e per la trasformazione degli autoveicoli (cioè il passaggio a impianti a gpl o metano). Mancano invece, per ora, i modelli dei titoli autorizzatori, che per adesso i cittadini devono prepararsi da soli, seguendo le indicazioni del sito. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI