Francia, dopo il gol crolla un parapetto Decine i feriti, 4 gravi

di Fiammetta CupellarowROMAAttimi di paura allo stadio "La Licorne", ad Amiens, nel nord della Francia, durante la partita Amiens-Lille. Ieri sera un parapetto nel settore ospiti ha ceduto sotto l'esultanza dei tifosi dopo un gol segnato. La partita era iniziata da appena un quarto d'ora. Decine di tifosi sono caduti per un paio di metri e, secondo i media francesi, 26 sono i feriti e almeno quattro di loro sono in gravi condizioni. La partita è stata prima sospesa e poi interrotta e lo stadio, che ha una capacità di 12mila posti, è stato sgomberato. L'annuncio è stato dato da un rappresentante della Lega calcio francese. Lo stadio "La Licorne" era stato da poco sottoposto a lavori di ristrutturazione: dopo la promozione dell'Amiens in Ligue 1. Tutto è accaduto nel giro di pochi istanti subito dopo il gol segnato al 16' del primo tempo da Fode Ballo-Touré. Le immagini mostrano l'esultanza dei calciatori in campo per il vantaggio, ma quando i giocatori si girano per dirigersi verso la curva e prendere gli applausi dai tifosi, si trovano davanti una scena impressionante. Decine di persone scese per festeggiare il gol verso le transenne che costeggiano il campo di gioco, sono precipitate a terra, l'una sopra l'altra. Un tratto della barriera di ferro ha ceduto. Sotto il peso della calca è crollata facendo cadere uno dopo l'altro i tifosi rimasti intrappolati e schiacciati. Le immagini riprese dentro lo stadio subito dopo il crollo, mostrano decine di persone che cercano di aiutare chi è rimasto sotto la calca per cercare di riportarlo sulle tribune e metterlo in salvo. Alcuni supporter del Lille che si trovavano più vicini alla barriera hanno fatto un volo di un paio di metri e sono in gravi condizioni. Intervenuti subito anche i vigili del fuoco e gli agenti di polizia che hanno iniziato subito le operazioni di sgombero avvenute comunque senza scene di panico. Lo stadio La Licorne ad Amiens risultava già in ristrutturazione. La galleria laterale di fronte a quella in cui si è verificato l'incidente, infatti, è ancora chiusa per i lavori di restauro. Sui media francesi ieri sera divampava la polemica sulle misure di sicurezza violate e sulla decisione di aprire lo stadio nonostante i cantieri aperti. Ma polemiche e proteste ha suscitato anche le affermazioni rilasciate subito dopo l'incidente, dal presidente dell'Amiens. Secondo quanto riportato da "L'Equipe", il presidente del club avrebbe accusato gli ultrà del Lille sostenendo che alcune centinaia di loro «molto pericolosi» erano in quella tribuna. «Al momento del gol - ha spiegato il dirigente sportivo - più di 500 persone si sono lanciate sulle transenne, che erano in perfetto stato, per entrare in campo».©RIPRODUZIONE RISERVATA