Ricatti sessuali l’ex tributarista torna in preliminare

Il rinvio a giudizio è stato annullato per una irregolarità procedurale e quindi si ricomincia dall'inizio. Sergio Antonio De Checchi, tributarista e consulente del lavoro di 76 anni, oggi in pensione, era stato ronviato a giudizio, ma il suo fascicolo ritorna all'udienza preliminare il prossimo 15 ottobre e il giudice deciderà se spedirlo a processo ancora. L'accusa è di violenza sessuale continuata. Lui, secondo l'accusa attirava studentesse delle scuole superiori o universitarie con la scusa di essere protagoniste di una serie di foto artistiche, nude, in cambio di regalini rigorosamente griffati e di soldi, dai 100 ai 200 euro alla volta. Per la pubblica accusa le costringeva a rapporti sessuali minacciandole se si rifiutavano di divulgare quelle foto. A loro insaputa, le filmava durante il primo incontro. Così sottrarsi alle successive richieste, diventava difficile, c'era il rischio di trovare quelle sequenze a luci rosse pubblicate sul web. Un incubo per le vittime. Le accuse rimangono le medesime per l'ex professionista con lo studio al Portello che quindi dovrebbe vedere solo allungata la sua vicenda processuale. Delle cinque ragazze che avevano firmato la denuncia, solo tre si sono costituite parte civile, affidandosi al penalista Carlo Bermone.