«Questa strada è pericolosa corrono tutti come matti»

«Eravamo in casa ma non abbiamo sentito nulla, né una frenata, né un botto, niente», dicono i residenti delle case di fronte alle strisce pedonali di via Santa Maria in Vanzo, dov'è avvenuto l'incidente. «Ci siamo affacciati alla finestra solo con l'arrivo dell'ambulanza. Probabilmente l'investitore non ha neppure frenato. Di sicuro avrà corso, qui lo fanno tutti». È una strada pericolosa sostengono i residenti di via Santa Maria in Vanzo. Una strada dove automobili e moto sfrecciano a velocità sostenuta. E loro che ci vivono ogni giorno lo sanno bene: «Forse perché la carreggiata si allarga ed è un rettilineo», suppone Maria Elena Mazzoni Moro, che abita proprio di fronte all'attraversamento pedonale dov'è avvenuto l'incidente. «Finora un incidente così grave non si era mai verificato, ma da sempre noi residenti sosteniamo che si debba intervenire, magari mettendo dei dissuasori di velocità». La donnae individua anche un altro problema: «Non è questo il caso ma via Santa Maria in Vanzo la notte è completamente al buio e tra alta velocità e mancanza di visuale noi pedoni quando attraversiamo siamo sempre a rischio. Non so quante automobili abbiano preso in pieno quel paletto, ma sono tantissime». (a.f.)