Senza Titolo

Anche quest'anno la Cassa di Risparmio del Veneto aderisce all'iniziativa "Invito a Palazzo" promossa dall'Abi e giunta alla quattordicesima edizione. Sabato 3 ottobre dalle 10 alle 19 verrà pertanto aperto al pubblico Palazzo Donghi Ponti a Padova, oggi sede di Cassa di Risparmio del Veneto. Il palazzo fu progettato da Daniele Donghi nel 1913 e ampliato poi da Giò Ponti all'inizio degli anni Sessanta. I visitatori potranno ammirarne i tesori artistici e architettonici grazie alle visite gratuite, guidate da storiche dell'arte. Quest'anno, all'interno del Palazzo, sarà inoltre allestita per l'occasione l'esposizione "Il mondo in mostra. Il Veneto agli Expo", mostra itinerante di manifesti pubblicitari, disegni, vedute e mappe, un excursus lungo la storia delle Esposizioni Universali. La mostra, sostenuta sia dalla Cassa di Risparmio del Veneto sia dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, è stata promossa dall'Archivio di Stato di Rovigo e curata da Luigi Contegiacomo e Laura Fasolin. Oltre al recente restauro degli affreschi di Giovanni Vianello che adornano lo scalone d'onore del Palazzo, saranno esposte per la prima volta tre opere del pittore padovano. «Con questa iniziativa - ha detto il presidente Gilberto Muraro - la Cassa di Risparmio del Veneto vuole confermare il profondo legame che la unisce al territorio e che si manifesta anche attraverso la condivisione del proprio patrimonio di arte e storia».