Dopo quarant'anni torna "Amarcord" con il grande Fellini

La settimana del grande cinema nelle sale di Padova e provincia comincia oggi dal Lux di via Cavallotti, per il consueto appuntamento con la rassegna "Second Life", alle 18.30 e alle 21 con "Mud" di Jeff Nichols, triller che vede come protagonisti due ragazzi e un prigioniero evaso, fregiato già dal 2012 di un'accoglienza entusiastica, complici anche le atmosfere che ricordano i romanzi di Mark Twain. Anche il cinema Multiastra di via Tiziano Aspetti proporrà una doppia proiezione, alle 19 e alle 21 con una vera chicca per gli amanti della musica rock: "Quadrophenia", di Franc Roddam, film del 1979 confezionato a partire dall'omonimo album della rock band inglese The Who, vicenda di un giovane "mod" e della sua travagliata giovinezza. Grande arte, invece, alla multisala Mpx di via Bonporti, alle 21 per "Matisse" di Phil Grasski, il racconto in video della mostra che la Tate Gallery di Londra ha dedicato al padre francese della corrente Fauve. Chiuderà la serata il Piccolo Teatro di via Asolo, alle 21.15 con "Class Enemy", pellicola fra commedia e tragedia che racconta il conflitto fra un burbero insegnante e la sua classe per la regia di Rok Bicek. Domani sera tornerà la rassegna Cinemazza, al Collegio Don Mazza di via Savonarola, alle 21 con "Grand Budapest Hotel", ultima creazione di Wes Anderson in bilico fra lo storico e l'onirico, mentre alle 18.30, al cinema Lux, si daranno in replica le puntate proposte la settimana scorsa della terza stagione della serie-thriller "The Killing": "Hope kills", "Try" e "Reckoning". Grande classico, invece, alla sala Fronte del Porto di via Santa Maria Assunta, alle 21 con "Lo specchio" di Andrej Tarkovskij, un uomo in fin di vita ricorda la sua esistenza, con le sue gioie e i suoi dolori. Mentre al cinema Esperia di via Chiesanuova toccherà, sempre alle 21, a "Il leone di vetro", di Salvatore Chiosi, ritratto storico dell'annessione del Veneto al Regno d'Italia nel 1866 visto attraverso le vicende di due famiglie, una di vignaioli e una di aristocratici. "Il leone di vetro" verrà replicato venerdì alle 20.30 e sabato alle 22.10. Venerdì sera sarà invece la volta del cinema Marconi di via Gauslino a Piove di Sacco, alle 21.15 con "Trash", di Stephen Daldry: tre "meninhos de rua" brasiliani, dopo il fortuito ritrovamento di un portafogli, si trovano invischiati in un intrigo poliziesco e criminale. Domenica il cinema Esperia proporrà alle 16 un appuntamento dedicato ai bambini per la proiezione de "Il mio amico Nanuk", di Roger Spottiswoode e Brando Quilici, mentre, passando al lunedì, alle 18.45 tornerà il grande cinema in lingua inglese al Teatro Ruzante di riviera Tito Livio con "The very thought of you" di Nick Hamm, storia d'amore ambientata nel turbinìo della Seconda Guerra Mondiale. Alla sala Fronte del Porto si opterà invece alle 21 per un film senza tema definibile come un caposaldo del cinema italiano: "Amarcord", autobiografico film del '73 diretto da Federico Fellini, passato alla storia per la sua dolcezza cruda, per il suo sottile onirismo e per la caratterizzazione meravigliosa dei suoi personaggi. L'evento della serata sarà però alla multisala Mpx, dove il regista Nicola Campiotti presenterà alle 21 il suo "Sarà un paese": la crisi porta un trentenne ad assaporare la vita e il suo paese attraverso un viaggio che ripercorrerà le meraviglie e i mortali difetti dell'Italia di oggi e di ieri. Si passerà quindi al martedì, alle 21 con le ultime tre puntate della terza stagione di "The Killing" al Lux: "Six minutes", "From up here" e "The road to Hamelin". La settimana si chiuderà al cinema Don Bosco di via De Lellis, alle 21 con "Il giovane favoloso", di Mario Martone, la vita e la creatività di Giacomo Leopardi narrata dalla magistrale interpretazione di Elio Germano. Riccardo Cecconi