Ferrovie: doppio guasto tra Veneto e Friuli Treni in tilt con punte di due ore di ritardo

MESTRE - Un doppio guasto ha mandato in tilt, ieri pomeriggio, i collegamenti ferroviari tra Veneto e Friuli, con ritardi che hanno toccato anche i cento minuti. Inconvenienti aggravati dall'affollamento delle carrozze perché si tratta di una linea che serve le località di mare. Tant'è. Chi aveva scelto di spostarsi in treno per evitare le maxi code sulle autostrade dell'esodo, dunque, non ha avuto migliore fortuna. Tutta colpa di un guasto a un treno merci che si è verificato intorno alle 15 tra le stazioni di Ronchi dei Legionari e Cervignano, a cavallo delle province friulane di Gorizia e Udine. Secondo quanto si è appreso, a rendere ancora più difficile la situazione è stato anche un problema al sistema che regola il distanziamento dei treni. I tecnici delle Ferrovie si sono subito attivati per risolvere nel più breve tempo possibile entrambi i problemi. Ma nel frattempo, per alcune ore, i collegamenti ferroviari tra Venezia e Trieste sono stati molto difficili, con ritardi per diversi convogli tra 30 e 70 minuti, con punte anche di 120 minuti per il Regionale Veloce 2691. Sulla linea Venezia-Trieste via Portogruaro, in particolare, sono stati almeno sette i convogli che hanno accumulato ritardi consistenti, tra la rassegnazione dei viaggiatori a bordo. (g.mon.)