Capua: «Potrei decidere di trasferirmi all'estero»

PADOVA «Nulla è permanente quanto il cambiamento» scrive l'onorevole Ilaria Capua nel suo profilo twitter. La parlamentare di Scelta civica, vicepresidente della commissione Cultura di Montecitorio (guidata dal forzista Giancarlo Galan), precisa di non aver assunto «nessuna decisione definitiva» in ordine all'ipotesi di un trasferimento all'estero per proseguire l'attività di ricerca. «La mobilità dei ricercatori», sottolinea l'onorevole Capua, «è da considerarsi fisiologica nel percorso di carriera e crescita di uno scienziato: ne guadagnano sia l'istituzione di origine sia quella di destinazione». Puntualizza anche l'assessore regionale Elena Donazzan, che mercoledì, proprio con un cinguettio («Ilaria Capua lascerà l'Italia per proseguire la sua ricerca all'estero. Buona vita Ilaria e fai grande l'Italia con le tue scoperte»), aveva calamitato l'attenzione generale. «Il mio tweet», afferma la Donazzan, esponente di Forza Italia per il Veneto, «non era altro che un amichevole augurio alla professoressa Capua a fronte di un'ipotesi che non vi è certezza che si concretizzi e che comunque non spetterebbe a me annunciare». (c.bac.)