Le trofie con il pesto profumano d'estate

di Renato Malaman Trofie al pesto, un amore a prima vista. Un matrimonio inevitabile data la comune origine ligure del formato di pasta (uno gnocchetto sottile arricciato) e della salsa verde ottenuta pestando basilico, pinoli, Parmigiano, aglio, sale grosso e aggiungendo olio extravergine ligure. Questa ricetta che dal golfo del Tigullio è arrivata in tutto il mondo è uno dei piatti estivi per eccellenza. Il profumo e la leggerezza sono i suoi punti di forza. L'ideale anche per le cene estive all'aperto. Il ristorante della rilanciata Villa Italia di Padova, locale della notte circondato da un grande parco vicino a Padova Est che ha una clientela prevalentemente giovane, ne ha fatto la proposta cult, unitamente alla pizza gourmet, ugualmente leggera perché preparata con farine macinate a pietra, lunghe lievitazioni e farciture di qualità. Le trofie al pesto di Villa Italia hanno due varianti nel pesto stesso: i pomodorini San Marzano passati al forno e il gelato di mozzarella di bufala campana. Un'aggiunta che aggiunge al piatto una venatura di gusto tutta mediterranea. Sui tavoli allineati a bordo piscina, nello scenario disegnato dall'architetto Angelo Scattolin negli anni '50, Loris Panozzo (che gestisce anche il Villa delle Rose di Vicenza), le trofie al pesto restano il piatto più gettonato, insieme allo spiedone, preparato con carni bianche, rosse, verdure e pesce. La cucina è aperta fino a tardi dato che il locale propone anche musica. All'osteria Vini da Gigio di Venezia in Cannaregio 3628/a il pesto viene associato alle linguine e alla coda di rospo, una combinazione che piace. Il ristorante La finestra in via dei Tadi 15 in centro a Padova presenta un piatto singolare, che abbina gusti del nord a sapori forti del sud: le orecchiette con il pesto e i gamberi. L'Hosteria Due Torri di Treviso, in via Palestro 8, ha in menu i tagliolini freschi con le verdure e il pesto leggero. Un piatto light, ma molto gustoso. L'Osteria Colombina di Feltre, in località Canal 40, rispolvera gli gnocchi tradizionali associandoli al pesto e ai gamberi.