IL CALCIO CHE NON C'È PIÙ »SVOLTA PER EVITARE DI RESTARE FERMI, SI ASPETTA L'UFFICIALITÀ

PADOVA Il Calcio Padova 1910 ha formalizzato, nella serata di lunedì, la richiesta di ammissione al prossimo campionato di serie D. Si è trattato di un passo obbligato, il primo di un disperato tentativo di salvataggio di una Spa che sta andando a rotoli. Così come la società che sta per nascere, il vecchio Padova in questo momento non ha alcun giocatore a disposizione (per non parlare di allenatori e responsabili dell'area tecnica), visto che tutti i tesserati della prima squadra si sono svincolati, così come hanno potuto fare i ragazzi della Primavera nati fino al 1995. La mossa di Diego Penocchio e Andrea Valentini sembra finalizzata ad evitare il fallimento. Nel tardo pomeriggio di ieri, il presidente biancoscudato ha diffuso il seguente comunicato: «Intendo precisare che non risponde al vero la circostanza della mancata iscrizione del Calcio Padova ad alcun campionato. Anzi, in tempi non sospetti e in ogni caso prima della comunicazione ufficiale della Figc citata dal sindaco nelle sue noe odierne (di ieri, ndr), il Calcio Padova Spa ha ufficialmente e formalmente richiesto l'ammissione al campionato di serie D. Intendo inoltre precisare che, pur lontano da me ogni spirito e volontà polemica, è doveroso sottolineare e comunicare che dal giorno successivo all'insediamento del signor sindaco il sottoscritto ha chiesto svariate volte un appuntamento con il primo cittadino per esporre in forma diretta la situazione del Calcio Padova, in ordine a situazioni pregresse che hanno condizionato gli eventi che ne hanno determinato l'attuale situazione, oltre che ovviamente alle prospettive sul futuro della Società. Confermo che stiamo esperendo ogni sforzo e attività per portare il Calcio Padova in bonis al fine poi di consegnarne le chiavi al sindaco che, con azionariato popolare e/o con le modalità che riterrà opportune, potrà restituirlo nelle mani dei padovani, senza presunzione né intenzione da parte mia di proseguire alla guida del club. Mi auguro di poter in ogni caso incontrare il sindaco quanto prima». I tifosi, intanto, si ritroveranno questa sera per commentare gli ultimi eventi, nell'assemblea generale dell'Aicb, in programma alle 21 in via Carducci. (s.v.)