Truffano l'Inps in tre per riscuotere la mobilità anticipata

di Silvia Bergamin wCITTADELLA Dopo il licenziamento, aprono una partita Iva per riscuotere la mobilità anticipata, ma dopo essere entrati in possesso dei 25 mila euro la chiudono immediatamente. La Guardia di Finanza di Cittadella ha smascherato cinque persone - uomini, tra i 40 e i 60 anni - che hanno spillato all'Inps 100 mila euro per beneficiare della cosiddetta mobilità anticipata. Gli uomini del capitano Giuseppe Perrone hanno accertato che tre di questi, una volta licenziati, seguendo lo stesso modus operandi, avevano provveduto ad aprire delle singole partite Iva, presentando dopo pochi giorni domanda di anticipazione dell'indennità di mobilità agli uffici dell'Inps. Ricevuta la somma, che si aggira attorno ai 25 mila euro, i truffatori hanno pensato bene di cessare la propria attività imprenditoriale - di fatto mai iniziata - chiudendo la partita Iva ed effettuando la cancellazione dalla Camera di Commercio. Al termine delle indagini, l'autorità giudiziaria ha disposto il sequestro preventivo delle somme. I tre responsabili sono stati denunciati per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato, finalizzata all'indebita percezione di emolumenti assistenziali in mancanza dei requisiti previsti per legge. In altri due casi, invece, l'attività delle Fiamme Gialle ha permesso di individuare un paio di persone che hanno omesso di comunicare all'Inps dell'avvenuto ricollocamento al lavoro. L'Inps si è intanto attivata per recuperare i 100 mila euro concessi. La mobilità anticipata spetta ai lavoratori posti in mobilità, che successivamente decidano di iniziare un'attività autonoma per la quale sia necessaria l'iscrizione alla Cciaa o agli appositi albi professionali o elenchi di categoria; iniziare un'attività autonoma assoggettata a ritenuta di acconto per la quale non è prevista l'iscrizione negli appositi albi professionali e/o elenchi di categoria compresa l'attività imprenditoriale in cui non si concorre in maniera prevalente con il proprio lavoro; sviluppare a tempo pieno un'attività autonoma iniziata durante il periodo di lavoro dipendente. ©RIPRODUZIONE RISERVATA