È caccia ai giocatori, il Modena ne vuole tre. Jelenic a Cesena?

PADOVA Con il Consiglio Federale della Figc in programma oggi a Roma, il calcio italiano dirà ufficialmente addio al Padova: la revoca dell'affiliazione alla Federcalcio, a causa della mancata iscrizione al campionato di Lega Pro, è un passo dovuto ma imprescindibile, che cancellerà il Biancoscudo dal panorama professionistico e permetterà a tutti i giocatori ancora sotto contratto di liberarsi. Giocatori che avrebbero rappresentato un patrimonio finanziario importante per le casse di viale Rocco, ma che con il prossimo atto formale del presidente della Figc, atteso tra lunedì e martedì, saranno a tutti gli effetti svincolati e liberi di legarsi ad altre società. E così da parte di quelle che fino ad un mese fa erano acerrime avversarie di Cuffa & C. è partita la caccia all'affare, visto che senza versare un solo euro è possibile portare a casa giocatori interessanti. Primo fra tutti Federico Melchiorri, l'attaccante maceratese arrivato a Padova a parametro zero solo un anno fa e ora pronto ad assistere ad un'asta vera e propria tra le possibili pretendenti. Sulle sue tracce ci sono Cagliari, Perugia, Spezia, Latina e soprattutto Pescara: quella abruzzese potrebbe essere la soluzione più appetibile, anche se l'entourage del giocatore sta vagliando ogni possibilità. Grandi affari è pronto a farli il Modena di Caliendo e, ironia della sorte, dell'ex biancoscudato – oggi presidente onorario dei "canarini" – Sergio Brighenti: Wilfred Osuji, Thiago Cionek e Manuel Iori sono i tre sogni, ora come ora decisamente meno proibiti, di Walter Novellino. Piace anche Giovanni La Camera, sul quale c'è la concorrenza di Lanciano, Perugia e Frosinone. C'è la fila per Davide Voltan, inseguito almeno da tre società della serie cadetta, mentre per Jerry Mbakogu, oltre al ritorno di fiamma del Carpi, c'è da registrare un interesse di Parma e Cesena, con il diesse dei romagnoli Rino Foschi che potrebbe fare un pensierino anche su Jelenic, che portò personalmente a Padova tre anni fa e che nell'ultima stagione ha dimostrato di avere numeri importanti. Per Daniele Vantaggiato è corsa a due tra Livorno e Crotone: la spunterà chi offrirà maggiori garanzie economiche. In stand by la situazione di Legati e Kelic. Infine, i giovani: Maniero è certamente il pezzo più pregiato e a breve si muoveranno tante squadre per lui, così come Bellemo piace a Venezia e Spal mentre Rosina è diretto verso Vicenza. Francesco Cocchiglia