Cittadella, Marchetti a caccia di un difensore

CITTADELLA Secondo giorno di allenamenti per il Cittadella. Anche ieri erano 18 i giocatori presenti al Tombolato per i test atletici e la seduta predisposta da mister Claudio Foscarini. All'appello mancava Andrea Paolucci, che verso la fine dello scorso campionato si è procurato la rottura del legamento crociato del ginocchio. Rottura che lo ha costretto ad inizio giugno all'intervento chirurgico. Per rivedere in campo il centrocampista bisognerà attendere ottobre o novembre. Il mercato del Cittadella intanto non è affatto concluso. Il dg Stefano Marchetti deve completare una rosa che al momento è ristretta. Nei pensieri del dg ci sono i rinnovi di contratto dei giocatori andati a scadenza il 30 giugno e alcune nuove operazioni. «Quanto ai rinnovi ho ancora qualche giorno per riflettere», spiega Marchetti. «Mi sono posto come scadenza domenica, giorno della partenza per il ritiro. Entro quella data tirerò le somme e vedrò se rinnovare il contratto di qualche giocatore a scadenza». Non faranno parte del progetto certamente Coly, Marino e Colombo. È un discorso aperto invece sia per il centrocampista Daniele Di Donato, che per il terzino sinistro Giuseppe Pugliese. «Sono in attesa di conoscere le intenzioni del dg», osserva Di Donato. «Continuo a dare la priorità assoluta al Cittadella, ma mi auguro di ottenere entro la fine della settimana una risposta, sia questa positiva o negativa». «Sono arrivato a Cittadella per altri motivi», afferma Pugliese. «Spero di riuscire a incontrare Marchetti e avere una risposta positiva». Per quanto riguarda invece i possibile nuovi acquisti, sono sempre vive le piste che portano a Cinaglia, baby difensore del Torino, e a Schenetti, 'esterno alto del Como. «Le priorità adesso sono l'arrivo di un esterno alto e di un terzino sinistro», spiega Marchetti. «Poi sto valutando se intervenire ancora a centrocampo. Voglio arrivare a costruire una rosa di 23-25 giocatori». Piacciono anche Leonardi Capezzi, centrocampista della Fiorentina, e quello dell'Aquila, Lorenzo Del Pinto. Dopo la mancata iscrizione del Padova in Lega Pro, si potrebbe pensare a Cuffa e Melchiorri. Domani sera alle ore 20.30, al Tombolato la presentazione della nuova squadra. Presentati da Omar Pirovano e Karin De Ponti saliranno sul palco posto davanti alla Tribuna Ovest tutti i giocatori e lo staff granata. Sarà la prima volta per il difensore Andrea Signorini, arrivato dal Benevento, figlio del compianto Gianluca, capitato del Genoa degli anni '90, scomparso a causa della Sla nel 2002. Procede a gonfie vele la campagna abbonamenti, che ieri ha toccato quota mille tessere. Federico Franchin