Senza Titolo

Il richiamo al "festival dell'amore" del 1969 è chiaro per il Woodstock Village, cinque giorni di rock, dalle 16 alle 2, al parco di Villa Bembiana, in via Appia Monterosso ad Abano Terme. Il festival comincerà oggi con sette formazioni, Black Mama e Alchemy Daze, rock originale, Blues Children, Gabriele Dodero, Pink Wall e Tequila Sunrise, rock anni '60 e '70, per finire con i Duke, il miglior omaggio ai Genesis su piazza. Domani toccherà a Empyrical Time, Mister Magorium, The Green River Band, Maya and Lazy Horse, T Band e Clepton Mania, per finire con Tolo Marton, chitarrista trevigiano attivo dal '68. Venerdì si passerà a Hope'n Liberty, Prophexy, The Bart's Group, The Rose, Santanapatia e Lazy Child, mentre chiuderà la serata Ken Hensley, storico chitarrista e tastierista degli Uriah Heep. Sabato, dopo Redy, Simone Galassi, The Magic Bus, The Blizzard, Shaman's Blues e Defcon1 si esibirà il bassista della PFM Giorgio Piazza, come pure domenica, assieme ai Defcon 1 per una jam progressive, dopo Astralia, The Wild Scream, Feedback, Microsolchi ed ELP Project. Ingresso libero. (r.cec.)