Travolta e uccisa sulle strisce pedonali

di Gianni Biasetto wABANO TERME È stata trasportata d'urgenza al pronto soccorso della Casa di cura di Abano ma per Giannina Albertin, l'anziana di 91 anni investita intorno alle nove di ieri mattina da un'auto in via Alessandro Volta, vicino al Parco urbano termale, non c'è stato nulla da fare. La nonnina, che nella caduta ha battuto violentemente la testa sull'asfalto, è arrivata in ospedale in condizioni disperate e intorno all'una si è spenta. L'incidente è avvenuto quando erano circa le nove, proprio sul passaggio pedonale di fronte alla farmacia Colombo. È l'attraversamento che i pedoni di solito usano per portarsi dal parcheggio della farmacia verso i negozi del complesso di piazza Dondi dell'Orologio e viceversa. Da una prima ricostruzione dei fatti sembra che quando è stata centrata dalla Volkswagen Caddy con alla guida B.P, un uomo di quarantanove anni residente a Cadoneghe, cameriere in un hotel della zona, l'anziana donna stesse attraversando via Volta sulle strisce pedonali per raggiungere l'area verde dove avrebbe fatto la solita passeggiata mattutina. Sarebbe stata colpita sulla parte della carreggiata a ridosso del marciapiede. L'urto non è stato violentissimo, tanto che sul cofano del mezzo è rimasta una modesta traccia dell'impatto. Probabilmente l'autista della Volkswagen, che viaggiava in direzione di via Configliachi, è stato ingannato dalla curva all'altezza del teatro Magnolia che si trova abbastanza a ridosso dell'attraversamento. Giannina Albertin lascia nel dolore la figlia Maria Cristina che ieri, appena appresa la tragica notizia, è tornata di tutta fretta dalle vacanze. L'anziana, a dispetto dei suoi 91 anni, era autosufficiente e infatti viveva da sola in un alloggio al civico 31 di via Volta, vicino alla scuola Giovanni XXIII. Una decina d'anni fa aveva perso il marito Alessandro Menegolli, detto "Andino", erede della storica famiglia proprietaria dell'albergo Menegolli di via Matteotti, vicino al Duomo di San Lorenzo, una delle strutture termali che hanno fatto la storia di Abano, demolita per far spazio alla piazza del Sole e della Pace e al complesso residenziale che la contorna. «Era un'anziana molto in gamba, sempre disponibile a scambiare una parola con tutti, non dimostrava di aver superato i novant'anni», racconta un'abitante di via Volta che è stato tra i primi ad accorrere sul luogo dell'incidente. ©RIPRODUZIONE RISERVATA