«Sorpresi da un vento notevole, gravissimi disagi per la viabilità»

«Ci siamo resi operativi non appena il nubifragio è cessato e abbiamo chiuso le attività alle 4 di mattina. Ci sono stati problemi di vento notevole, che non ci aspettavamo, e che hanno causato la caduta di rami e alberi che in molte strade hanno interrotto la circolazione. Abbiamo effettuato interventi principalmente di rimozione di alberi e svuotamento di scantinati allagati. La zona più colpita è stata la parte centro sud di Padova, in modo particolare il quartiere Forcelllini, meno la zona nord dell'Arcella», spiega Antonio Piazza, funzionario della Protezione Civile di Padova. «Come da direttive abbiamo attivato la procedura di calamità. Non ci sono stati grossi danni in termini economici ma principalmente un forte disagio per la viabilità. Inoltre il problema maggiore che si è registrato è stato il fatto che durante tutta la notte il numero d'emergenza dell'Enel non è stato reperibile, ma si è attivato solo la mattina dopo, quando è stato preso d'assalto dalle telefonate dei cittadini». (a.f.)