Senza Titolo

PADOVA Il Tennis Club Padova piazza la palla della serie A/2. Gran colpo per la società ultracentenaria di via Libia, che grazie alla vittoria di domenica scorsa a Brindisi è stata promossa in A/2. Partita in sordina nel campionato cadetto, la squadra patavina ha agganciato i playoff, aggiudicandosi il match contro la capolista Tc Trento nell'ultima giornata. Ottenuto il secondo posto, i padovani hanno eliminato ai playoff, prima la Coop Pesaro e poi il Ct Brindisi, schiacciato anche al ritorno, sempre per 4-2, dai successi nel singolo di Radic e Pastorino e nel doppio con Radic-Pastorino e Garbin-Musiani. «È un risultato entusiasmante, che non avevamo neppure osato sperare ad inizio stagione», ha confessato Michele Scapolo, vicepresidente del Tc Padova. «Abbiamo una buona squadra con giocatori di razza dal buon passato come Radic e Pastorino. Ma niente in confronto ad alcuni squadroni di altre città. Siamo riusciti a vincere con il cuore e le ottime prestazioni dei giocatori del nostro vivaio, che hanno lottato come leoni. La vittoria di questa squadra riporta il nostro club ai vertici del tennis italiano». Nel giro di un triennio, il Tc Padova ha ottenuto due promozioni, dalla serie C alla serie A/2, raggiungendo un traguardo inaspettato. «Avevamo delle squadre senza entusiasmo, siamo riusciti a portare una squadra dalla serie C alla A/2», esulta Umberto Bressan direttore del Tc Padova. «Una squadra nella media, con due punte di diamante, non solo ottimi tennisti, ma soprattutto leader carismatici, che hanno compattato il gruppo». Ecco il team del Tc Padova: Mario Radic (2.1), Alexandre Sidorenko (2.3), Davide Garzotti (2.4), Erik Garbin (2.5), Antonio Pastorino (2.6), Carlo Musiani (2.8) e Alessandro Fornaro (2.8).