Coralli e Di Donato pronti a dire di sì

CITTADELLA La prossima dovrebbe essere la settimana del rinnovo di contratto di "Ciccio" Coralli. È infatti stato fissato dal Cittadella un appuntamento con l'entourage del giocatore per decidere sulla quasi scontata permanenza del bomber sotto le Mura. Attende una risposta anche Daniele Di Donato. Pure il suo contratto, come quelli di Colombo, Marino, Pugliese e Coly scade domani. «La mia volontà è di rimanere», spiega il centrocampista ex Ascoli. «Mi piacerebbe giocare un altro anno qui, cercando di fare qualcosa di più impofrtante e significativo rispetto alla stagione appena conclusasi. Prima di partire avevo parlato con il direttore Marchetti e ora attendo una chiamata da parte sua per sapere se sarà un sì o un no. Voglio pensare positivo. So che sta costruendo la squadra pezzo per pezzo». L'annata di Di Donato, giunto a Cittadella attraverso il mercato degli svincolati, è passata agli archivi con il sorriso. «È stato per me un campionato molto positivo», rileva il regista di centrocampo. «Quando ho avuto la possibilità di giocare, penso di aver fatto bene. Ho cercato di dare una mano al gruppo con la mia esperienza nei momenti difficili. Avevo anche questo ruolo e penso di essermi comportato al meglio. Sono soddisfatto di questa stagione, anche perché alla fine abbiamo raggiunto una strepitosa salvezza. Nessuno ad un certo punto ci dava credito. Invece abbiamo costruito una grande impresa, grazie al contributo di tutti. Io poi ho potuto riscattare la retrocessione con l'Ascoli». Di Donato è in vacanza a Formentera. «Sono con i compagni di squadra Rigoni, Djuiric, Jidayi e Scaglia e ci stiamo rilassando dopo un'annata che è stata stressante davvero». Il Citta è nel frattempo sulle tracce di Andrea Schenetti, attaccante esterno di 23 anni del Como. Intanto, ancora una volta è un successo il Camp granata. Giunto alla sua ottava edizione, a metà percorso sono in media 35 i piccoli impegnati per tutta la giornata con gli allenatori. Giochi, sedute di allenamento, piscina e tanto altro per un'estate da vivere con i colori del Cittadella. Sedici ragazzi hanno partecipato invece al Lavarone Camp, idea nata quest'anno che ha visto i giovani calciatori allenarsi e vivere come nel vero ritiro del Citta, presso l'hotel Cimone di Lavarone e sui campi calcati dalla squadra maggiore. Federico Franchin