San Paolo e Thermal, il futuro è oggi

ABANO TERME Sono giorni ed ore decisivi sia per San Paolo Padova che per Thermal Abano Teolo, due delle quattro squadre padovane di serie D. Entrambe le società viaggiano ancora nell'incertezza e potrebbero presto trovare un nuovo proprietario. Per il San Paolo, dichiarato fallito lo scorso 30 maggio dal Tribunale di Padova in seguito all'istanza presentata dall'ex direttore tecnico Renato Candier, oggi è una giornata campale. «Il perito mi consegnerà l'esito della perizia sulla società e nel pomeriggio potrò svelare la base d'asta con cui verrà assegnata la società», spiega il curatore fallimentare Marco Amato. «Il bando sarà pubblicato martedì in rete e durerà sino al 2 luglio. Per ora l'unico interesse palesato è quello già noto di Giuseppe Tramonti». È fissato per la giornata odierna anche un importante incontro dal commercialista per il possibile passaggio di mano della Thermal Abano Teolo. Le quote societarie sono interamente di proprietà del presidente Pierluigi Maistrello, ma potrebbero trovare presto un nuovo padrone. «Un interesse da parte di un gruppo di imprenditori è stato avanzato», spiega Maistrello. «Oggi potrebbe esserci un incontro, come ce ne sono stati altri, ma non credo sia definitivo. Per ora la società rimane di mia proprietà e quindi sono pronto ad iscriverla regolarmente al prossimo campionato di serie D. Non dovesse chiudersi la cessione del club, sono pronto a far fronte all'intera stagione come ho già fatto nell'annata appena conclusa». (f.fr.)