Il grande tennis a Padova

PADOVA Ci siamo, il grande tennis internazionale arriva finalmente anche a Padova per una delle manifestazioni più importanti del panorama regionale. Prende il via domani tra i campi di terra rossa del Centro Sportivo 2000 la prima edizione del torneo Atp Challenger maschile "2001 Team-Città di Padova", che fino a domenica 29 giugno porterà alcuni fra i migliori tennisti del mondo. Montepremi da 50.000 dollari, il più alto di tutto il Veneto . «È un esperimento nuovo, che va a sostituire il tradizionale torneo internazionale Futures 15.000 dollari di aprile», spiega il direttore del torneo, Gianfranco Barbiero. «Gli ampi spazi verdi e la disposizione dei campi del Centro sportivo 2000, renderanno unica la cornice del torneo. Siamo riusciti a costruire uno staff appassionato e capace, dai giudici di linea ai raccattapalle, dallo staff del player's desk all'incordatore. Tutti atleti e allenatori della 2001 Team Tennis Academy, che per nove giorni si dedicheranno interamente al torneo». Favorito d'obbligo per la vittoria, lo spagnolo Albert Ramos, numero 1 del tabellone, attuale 115 della classifica Atp ed ex numero 38 del ranking, assieme al canadese Dancevic. Occhio, però, anche ai giovani terribili dell'est Aljaz Bedene e Filip Krajinovic. Molti gli italiani presenti, tra cui Potito Starace, Marco Cecchinato, Thomas Fabbiano e il mestrino Matteo Viola, oltre alle quattro wild card assegnate dalla Fit a Salvatore Caruso, Alessandro Giannessi, Federico Gaio e Marco Bortolotti. Domani, alle 10, si aprirà la fase di qualificazione, mentre lunedì verrà inaugurato il tabellone principale e la sessione dei match serali (ore 20). A suggellare l'apertura del Challenger, a partire dalle 9.30, saranno poi le finali della sesta edizione del Tennis Europe Junior Tour Under 12 maschile e femminile, in corso di svolgimento al Plebiscito. Mattia Rossetto