Fa pipì sul muro della Basilica, denunciato

Avrà anche problemi di prostata, e quindi necessità di minzioni ogni pie' sospinto; sarà anche stato colto da folgorante urgenza. Capita. Non avrà avuto soldi per andare a ordinare caffè corretto toilette in uno dei bar vicini. Ma proprio farla sul muro, esterno per fortuna, della basilica del Santo, è stato forse un tantino esagerato. Comunque sia, quella pipì in territorio vaticano gli è costata una denuncia per atti contrari alla pubblica decenza e pure per offesa alla confessione religiosa. Strike. Sono le due dell'altro ieri. Il tipo, un signore di 44 anni, tedesco, senza fissa dimora, è sul sagrato della del Santo, non è dato sapere se usciva dalla basilica o proveniva da una gran bevuta. Quello che è certo è che viene fulminato da fisiologica impellenza. E il tutto deve essere talmente repentino da non lasciargli manco il tempo di ragionare sul fatto che di sicuro in tutto quel po' po' di basilica c'era uno straccio di bagno aperto al pubblico. Risultato, un'allegra fontanella contro la parete laterale della basilica. Qualcuno vede, inorridisce oltremodo, e chiama al volo la polizia. La quale polizia arriva e in base alla descrizione dell'imbufalito passante, identifica e raggiunge subito il signore tedesco, che era ancora lì. Alleggerito. Ha cercato di spiegare agli agenti che l'insano gesto era motivato da un reale problema fisico, che non poteva rinviare manco di poco l'avvio dell'operazione. E via. Ma i poliziotti non hanno avuto pietà, hanno imboccato la strada del rigore estremo e il tedesco è stato portato in Questura, sottoposto a tutto l'iter e decorato con due denunce. Alberta Pierobon ©RIPRODUZIONE RISERVATA