Carpi-Pillon divorzio in vista Crotone, Drago sì

CARPI Sono scaduti ieri i due giorni di tempo che si erano dati mister Pillon e la dirigenza del Carpi per ragionare sul quantum economico alla base del rinnovo del contratto del tecnico trevigiano. La distanza tra domanda ed offerta appare molto elevata, visto e considerato che l'allenatore, arrivato a sostituire Vecchi, si aspetta quasi il doppio di quanto propostogli dalla società. Il rischio concreto è che non si arrivi alla stretta di mano, e che dunque il club emiliano debba far ricorso ad un piano B. Fra i vari papabili per la panchina biancorossa c'è anche Cristiano Bergodi, ex tecnico di Sassuolo, Modena e Brescia. Nell'attesa, continua la ridda di voci su possibili acquisti. Uno dei nomi su cui pare esserci un interesse concreto è quello di Riccardo Improta (classe '93), di proprietà del ChievoVerona e nell'ultima stagione in forza al Padova, dove ha giocato in tutti i ruoli della linea a tre offensiva. Rinnovo del contratto, invece, per Massimo Drago a Crotone. L'allenatore guiderà i rossoblù calabresi fino al 30 giugno 2017.