Oltre duemila migranti "padovani" ieri in Basilica

Basilica di Sant'Antonio gremita di oltre duemila persone, ieri, per la Giornata dei migranti nella nona giornata di Tredicina. Alla Santa Messa delle 11 presieduta dal ministro provinciale padre Giovanni Voltan e animata dalla Cappella Musicale del Santo, diretta dal Maestro Valerio Casarin, erano già tanti i fedeli. Oltre duemila persone presenti alla celebrazione delle ore 12.15 tradizionalmente dedicata ai Migrantes. "Padovani d'adozione" di ogni parte d'Europa e del mondo hanno affollato il santuario, seguendo la celebrazione e pazientando nelle lunghe code sia per accedere alla tomba del Santo, sia per sfilare dinanzi alle reliquie nella cappella che le custodisce. Un affollatissimo pellegrinaggio culminato con la celebrazione eucaristica presieduta dal rettore della Basilica, padre Enzo Poiana, che ha concelebrato con don Elia Ferro, responsabile della Pastorale di Migranti e numerosi altri sacerdoti da tutto il mondo. «Siamo presenti oggi in Basilica» ha affermato don Elia Ferro, «per condividere un importante momento di comunione con 14 comunità di migranti che risiedono nella Diocesi di Padova e che si ritrovano nel nome di Sant'Antonio per pregare e stare insieme». Oggi 10° giorno di Tredicina, che consiste in invocazioni di richiesta e intercessione al Santo nei 13 giorni precedenti alla sua festa: alle 17 si terrà il Rosario e alle 17.20 la preghiera della Tredicina a Sant'Antonio; alle ore 18 sarà la volta del Pellegrinaggio delle Parrocchie e dei Vicariati della Saccisica.