Boldrini: «Piano di allerta tempestivo»

RUBANO «Abbiamo in programma come priorità proprio un tempestivo piano di allerta alla popolazione», dichiara Renato Boldrini, candidato del Movimento 5 Stelle e volontario della Protezione civile, «vigilando affiché i cittadini siano avvertiti prima che le strade e le case si allaghino. Dobbiamo poi confrontarci con gli enti preposti alla gestione del sistema idrico e della regolamentazione delle acque, perché non possiamo più accettare la giustificazione che "ha piovuto tanto". Nel 2010 ha piovuto tantissimo, ma a Rubano non è uscita acqua dai canali. Probabilmente, ci sono da coordinare meglio le direttive: il presidente del Consorzio nel 2010 disse di aver salvato il territorio da danni peggiori disubbidendo all'ordine del Genio civile di tenere chiuse le idrovore. Stavolta cosa è accaduto veramente?». Il programma del M5S tocca in diversi punti l'aspetto della sicurezza idraulica, anche pensando alla realizzazione di una vasca di laminazione, che sgravi almeno in parte la portata d'acqua dei canali, magari in zona Moiacche, dove ci sono campi. «Costa meno indennizzare un agricoltore del mancato raccolto, piuttosto che decine di cittadini di mobili e case rovinate», precisa Boldrini. Quanto ai risarcimenti, «forse non arriverà un euro», dice, «ma sarà ugualmente mia cura, in caso diventassi sindaco, di spendermi quanto più possibile con le istituzioni preposte per recuperare almeno in parte un contributo». (cri.s.)