Sette in carcere, 17 ai domiciliari, obbligo di dimora per 16

VENEZIA Il giudice veneziano delle indagini preliminari Antonio Liguori ha firmato sette ordinanze di custodia cautelare in carcere per sette indagati, sono Federico Boscolo Boscoletto, 44 anni di Chioggia, Alessandro Ghezzo, 39 di Cavallino, Mirco Pagan, 64 di Cavallino, Ruggiero Sivieri, 58 di Porto Tolle, Dario Tosetto, 47 di Mesola, Massimo Tosetto, 40 di Mesola, ed Ennio Trevisan, 53 di Cavallino. Sono agli arresti domiciliari in 17, ecco i loro nomi: Marco Ballarin, 50 anni di San Pietro in Volta, Nicola Ballarin, 45 di San Pietro in Volta, Sandro Boscolo Nata, 48 di Chioggia, Emanuel Casson, 36 di Chioggia, Francesco Cirillo, 40 di Torre Annunziata, Andrea Doria, 38 di Chioggia, Franco Folin, 48 di Venezia (Cannaregio), Alessandro Giraldo, 31 di Codevigo, Andrea Giraldo, 39 di Codevigo, Arnaldo Gregolin, 61 di Cavallino, Amerigo Mantoan, 74 di Chioggia, Jurghen Michieli, 38 di Burano, Luca Pastrello, 53 di Cavallino, Marco Pomponio, 34 di Roma, Giuseppe Rotolo, 50 di Catania, Giuseppe Ruggeri, 39 di Palermo, ed Enrico Sozio, 38 di Napoli. Sono stati raggiunti da provvedimenti di obbligo di dimora nel loro comune di residenza e, inoltre, non possono uscire di casa tra le 22 e le sette del mattino in modo che non possano andare a pescare 16 indagati, questi i loro nomi: Luigi Ardizzon, 34 di Chioggia, Stefano Boscolo Bielo, 26 di Chioggia, Massimo Boscolo Chielon, 56 di Chioggia, Enrico Dei Rossi, 31 di Burano, Stefano Dei Rossi, 52 di Burano, Marco D'Este, 31 di Burano, Luciano Di Cristofaro, 42 di Codigoro, Mario Marella, 43 di Pellestrina, Omar Ravagnan, 39 di Chioggia, Sandro Tagliapietra, 53 di Burano, Enrico Trevisan, 44 di Burano, Michele Turcato, 32 di Chioggia, Roberto Varagnolo, 47 di Chioggia, Alessandro Vianello, 39, di San Pietro in Volta, e Roberto Zennaro, 46 di Chioggia. Il magistrato, sempre su richiesta del pubblico ministero Giorgio Gava ha posto sotto sequestro preventivo i beni e uffici di tre aziende coinvolte: la «Gruppo Mare srl» di Porto Vito che fa capo a Ruggiero Sivieri, Massimo Tosetto e Federico Boscolo Boscoletto, la «Talian srl» di San Pietro in Volta, che fa capo ai fratelli Ballarin, Marco e Nicola, e la «Da. Mas. srl» di Dario Tosetto. (g.c.)