Totti-Mancini doppio inedito

di Maurilio Rigo wROMA Molti tra gli appassionati di tennis che avevano già da tempo acquistato i biglietti per gli Internazionali Bnl d'Italia, accoglieranno la notizia con grande piacere: Roger Federer giocherà il torneo del Foro Italico. Il campione elvetico, numero 4 della classifica mondiale e idolo del pubblico romano, ha annunciato con un tweet di essere appena sbarcato nella capitale e di essere pronto per andare alla caccia del titolo che ancora manca nel suo ricco palmares. Federer, nella parte bassa del tabellone, dove c'è la seconda testa di serie del seeding, Novak Djokovic, al primo incontro affronterà il francese Jeremy Chardy, vincitore del match contro l'olandese Robin Haase. E se lo svizzero ha confermato la sua presenza, il giapponese Kei Nishikori salterà la sfida sui campi in terra rossa ai piedi della collina di Monte Mario, a causa dell'infortunio alla schiena che lo aveva costretto al ritiro nella finale del torneo di Madrid contro Rafael Nadal. Al posto del tennista nipponico, appena entrato nella top ten mondiale, giocherà come "lucky loser", il colombiano Alejandro Falla opposto a Ernests Gulbis. Ieri il pubblico si è goduto anche la sfida a paddle tennis del capitano della Roma, Francesco Totti (arrivato al Foro Italico per portare in regalo la maglia numero 10 all'amico Federer), che in coppia con l'allenatore del Galatasaray, Roberto Mancini, ha giocato contro gli specialisti di questa disciplina in forte ascesa, Isidoro Spanò e Stefano Pupillo. Infine, a fare il tifo per la squadra giallorossa ci ha pensato anche Serena Williams: la campionessa in carica del torneo è infatti andata allo stadio in occasione di Roma-Juventus e ne è rimasta affascinata: "E' stato entusiasmante assistere al match, sentire il tifo del pubblico, l'atmosfera dello stadio. Naturalmente è la Roma la mia squadra preferita…". Ora però la Williams deve concentrarsi sugli Internazionali, se vuole conservare lo scettro di regina del torneo, guai fisici permettendo. Il primo ostacolo da superare è la tedesca Andrea Petkovic. ©RIPRODUZIONE RISERVATA