L'antenna di telefonia scatena la protesta

RUBANO Contro la nuova antenna di telefonia installata a Bosco di Rubano i cittadini hanno affisso uno striscione di protesta, mentre il Movimento 5 Stelle ha preso una netta posizione, organizzando giovedì sera un incontro per parlare di elettromagnetismo con l'esperto Achille Sacchi, invitando i cittadini a unirsi per dare voce alla loro preoccupazione circa eventuali problemi di salute. «Non aspetteremo che si ammalino i nostri bimbi per mettere in sicurezza questa torre base», scrive in una nota il Movimento 5 Stelle, «a pochi metri dalle case e dalle scuole. Su questo esprimiamo il nostro disappunto, visto che il contratto tra Telecom e Comune non limita le tecnologie: ciò significa che è difficile prevedere quante e quali apparecchiature la torre potrà ospitare. Inoltre la popolazione non è stata interpellata in maniera adeguata. Riteniamo che l'Arpav debba compiere ulteriori rilevazioni sui campi elettromagnetici nel Comune e che ogni istallazione di questo tipo debba essere spostata e posta lontano da abitazioni e strutture scolastiche». (cri.s.)