Zoppello: «Priorità alla sicurezza»

PONTE SAN NICOLÓ A poco più di due settimane dalle elezioni si assiste alla deflagrazione del gruppo "Vivere a Ponte", che cinque anni fa raccolse 500 voti. «Per me e per la maggior parte dei componenti del gruppo», spiega la consigliera Lucia Gobbo, «quest'esperienza è conclusa. Non abbiamo infatti condiviso la scelta della nostra capolista Oriana Nicolè, che, con iniziativa del tutto personale, si è candidata nella lista di centrodestra "Per cambiare Ponte San Nicolò" a sostegno di Marco Schiavon. Avrei voluto dimettermi, ma non c'è stato il tempo». Con Schiavon invece scende ancora in campo Luciano Zoppello, consigliere comunale in carica e volto dei Fratelli d'Italia: «Nutro grande rispetto nei confronti di Enrico Rinuncini e di Carmen Tasca», spiega, «ma non rappresentano il cambiamento. Ora tocca a noi». La priorità, per Zoppello, è la sicurezza: «È importante che i cittadini sappiano che Ponte San Nicolò, guidata dalla sinistra, ha deciso di non aderire alla gestione associata del servizio di polizia locale con i Comuni vicini, che avrebbe consentito ingenti risparmi e la presenza di vigili sul territorio anche nelle ore notturne». Ritiro infine dall'agone politico per Olindo Morello, assessore al Bilancio, che aveva maturato la sua scelta già un anno fa, e ora non nasconde l'amarezza per la rottura nel fronte del centrosinistra. «Entrambe le parti mi hanno chiesto di ricandidarmi. Pur ringraziando entrambe, con molta probabilità avrei scelto Ponte San Nicolò Democratico, aggregazione che mi ha permesso di vivere questa bella esperienza di amministrazione». Anche Morello ha partecipato alla presentazione della lista di Carmen Tasca in Villa Crescente. Andrea Canton