Nato a Padova il primo club tutto dedicato al Cavallino

PADOVA Il cuore della città si tinge del rosso più rinomato al mondo con l'inaugurazione del club Ferrari. Nello storico scenario di Prato della Valle, al ristorante Zairo, si è celebrato ieri mattina il taglio del... "traguardo" del primo club padovano dedicato al Cavallino. L'associazione conta attualmente circa cinquanta iscritti ma punta ad ingrandirsi. Per il presidente, Renato Nalon, 86 anni, imprenditore in pensione, è il coronamento di un inseguimento in puro stile automobilistico, tra curve e indesiderate fermate ai box: «L'idea è nata nel 1990» ricorda «ma per problemi burocratici legati alla presenza di altre associazioni Ferrari nella provincia non si è mai potuta realizzare in pieno». Dopo la foto di rito accanto alla berlinetta 360 Modena appartenente a un iscritto del club a San Donà e a Belinda Gozzi, 38 anni, figlia di Franco (scomparso da poco) storico braccio destro del Drake Enzo Ferrari di cui era amico e confidente, tutti a pranzo. A fare gli onori di casa, ovviamente, Franco Filimbeni, classe '59, proprietario dello Zairo: «Sono orgoglioso che un mito come quello di Maranello si sposi al mio ristorante». (s.cam.)