Tasca vuole un registro per il testamento biologico

Lungo e articolato il programma della coalizione Ponte San Nicolò Democratico e della sua candidata sindaco Carmen Mattea Tasca. La lista e gli obiettivi principali sono stati presentati durante una lunga conferenza stampa. «Il nostro approccio è un approccio di squadra», ha ribadito Tasca. «Le sfide che ci aspettano non possono essere affrontate con spirito individualista. Al centro del nostro programma c'è la persona», racconta, «dunque istituiremo un registro per il testamento biologico, e, nel rispetto del credo di tutti, predisporremo nei cimiteri delle sale del commiato». Tra le questioni aperte, la presenza di un medico a Roncajette, il maggior sostegno alla famiglia e la valorizzazione del volontariato. Il vero pomo della discordia – per molti la ragione principale della rottura tra gli assessori e Rinuncini – è il nodo biblioteca, che il sindaco voleva nella vecchia Villa Crescente. «Il nostro programma elettorale», annuncia Carmen Tasca, «conferma il progetto della giunta Gasparin che individua la nuova biblioteca dietro il municipio di Ponte San Nicolò, in un luogo baricentrico e raggiungibile da chiunque. Questo non significa abbandonare Villa Crescente: lì potremmo realizzare un bar o portare le Poste, salvaguardando il vero bene del parco: il verde pubblico». Proprio in Villa Crescente oggi pomeriggio alle 17 la lista si presenterà alla cittadinanza. (an.c.)