Nona in Cinquecento verso palazzo Moroni

Padovana per scelta e cosmopolita per vocazione, torna in campo Nona Evghenie, 35 anni, candidata con il Pd. Vive a Padova da dodici anni, è mamma di due bimbi e parla con un perfetto accento veneto: solo il nome tradisce, anche se in modo ingannevole, le sue origini. È nata e cresciuta in Romania, dove si è laureata in Economia e commercio, ma il suo cognome non è rumeno: «Mio nonno viveva in una zona di confine, e dopo la Prima Guerra Mondiale venne adottato da una famiglia di burattinai russi. Gli insegnarono il mestiere e gli diedero il loro cognome, poi lui passò la vita girando l'Europa con le sue marionette», racconta Nona, all'inaugurazione della sua campagna elettorale itinerante. «Nel 2009 giravamo con un vecchio camper anni Sessanta, quest'anno ho economizzato: uso la mia macchina e una vespetta» spiega, mostrando la Fiat Cinquecento rossa, bardata per l'occasione di adesivi elettorali. Nel 2009 la campagna "retrò" le aveva portato fortuna: è stata eletta in Consiglio comunale, ricoprendo il ruolo di presidente della commissione per commercio, lavoro e turismo. Quest'anno ci riprova, forte dell'esperienza accumulata: «Nei cinque anni trascorsi» spiega «attraverso il progetto "buoni lavoro" l'amministrazione è riuscita a dare un impiego a numerose famiglie di disoccupati ed esodati della riforma Fornero. Adesso vogliamo puntare sui giovani, offrendo loro opportunità di stage cofinanziati, creando una efficace rete per l'impiego e promuovendo laboratori gratuiti per incentivare l'imprenditoria giovanile. Ma tra i nostri obiettivi c'è anche la rivitalizzazione del centro storico, l'incentivazione del commercio rionale e l'innovazione turistica, per aumentare il trend di crescita delle presenze in città. Il turismo può e deve diventare la bacchetta magica per la Padova del futuro». Silvia Quaranta