Gli ruba la bici e lo morde

Un'altra brutta "storia di stazione" nel giorno di Pasqua. Un'altra disavventura vissuta da un utente dello scalo ferroviario che in quest'occasione stava recuperando la propria bicicletta per ritornare a casa dopo il turno di lavoro. La vittima è il dipendente di una cooperativa che lavora per conto di Aps. Ha colto sul fatto un ladro mentre gli stava rubando la bicicletta e, come era comprensibile, ha tentato di difenderla. Pensava di incutergli timore, credeva di riuscire a difendere la sua proprietà. L'operaio, però, ha rimediato un poderoso morso alla mano. L'aggressore è un italiano di 40 anni, già con precedenti penali alle spalle. Visto il parapiglia, qualcuno ha telefonato al 113 e sul posto è giunta una pattuglia della Squadra volante della questura. I poliziotti hanno immobilizzato il quarantenne e in poco tempo sono riusciti a ricostruire quanto successo poco prima. L'uomo è stato denunciato per tentata rapina impropria e la bicicletta, ovviamente, è stata riconsegnata al legittimo proprietario. Purtroppo, nonostante i controlli a cadenza quotidiana da parte delle forze dell'ordine, la stazione continua ad essere un luogo in cui questi fatti accadono. Perché è un crocevia, perché è un punto di riferimento, perché comunque offre sempre un riparo a chi vive sulla strada. (e.fer.)