Brilla la luce di Coralli Il Citta stende il Cesena

di Federico Franchin wCITTADELLA Ancora Coralli, ancora un'impresa contro una squadra bianconera. Al Tombolato dopo il Siena cade anche il Cesena e c'è ancora la firma di Ciccio Coralli nell'1-0 dei granata. Una vittoria meritata, la prima stagionale in notturna, ottenuta al termine di una gara tiratissima, chiusa con ben tre espulsioni (una nel Cittadella e due nel Cesena). Con quelli di ieri sono quindi 13 i punti raccolti dal Citta nelle ultime 7 giornate. E mai come stavolta sono tre punti benedetti, visto che le dirette concorrenti (Ternana, Novara e Padova) hanno tutte vinto . A sette giornate dalla fine del campionato il playout sarebbe ancora Novara-Cittadella, ma è sempre più una bagarre in coda. Cesena subito in 10. È la notte del ritorno tra i pali di Raffaele Di Gennaro, che fa tornare in panchina il più esperto Pierobon. Smaltito lo stiramento al retto femorale destro che lo ha tenuto ai box nelle ultime tre partite, il portiere dimostra subito di essere in condizione, dicendo no per ben due volte nel giro di 6' a Defrel. È un Cittadella che conferma il modulo 4-2-3-1 quello che il Foscarini schiera in campo. Dentro Busellato e Piscitella, ne fanno le spese Paolucci e Djuric. Assenti per infortunio Pecorini, De Leidi e Di Donato, quest'ultimo bloccatosi nella rifinitura mattutina per un fastidio muscolare. Il Citta scende in campo con la giusta determinazione, cercando di agire in velocità e di colpire in contropiede i bianconeri di Pierpaolo Bisoli. Su uno di questi, all'11', Coralli si invola verso la porta di Coser e Volta è costretto a stenderlo commettendo fallo da ultimo uomo e beccandosi il rosso. La superiorità numerica costringe il Cesena sulla difensiva e per il Cittadella è difficile trovare varchi. Il più pericoloso è il difensore Scaglia che si inserisce su due calci di punizione (23' e 35'), ma in entrambi i casi la palla termina di pochissimo sul fondo. Cresce nel quarto d'ora finale di tempo la formazione di Foscarini e l'occasionissima è per Surraco che, lanciato da un tacco di Coralli, trova la super risposta di Coser (42'). Ancora Coralli. Nella ripresa il Cittadella capisce che deve premere ulteriormente il piede sull'acceleratore e Foscarini prova subito a dare una scossa alla squadra togliendo al 51' Lora e inserendo l'ex Djuric pronto a fare a sportellate con i difensori romagnoli. Aumenta la pressione granata e al 56' il Citta passa meritatamente: cross di Surraco dalla destra e incornata di Coralli che fa secco Coser. Ancora il "cinghiale" e ancora di testa come una dozzina di giorni fa con il Siena. Settimo centro stagionale per Coralli. Un rosso per parte. Pare tutto fin troppo facile per il Cittadella, che al 66' resta a sua volta in dieci uomini per l'ennesima espulsione stagionale di Colombo che si becca il secondo cartellino giallo e quindi il rosso. Foscarini decide allora di non rischiare e 3' dopo toglie l'autore del gol Coralli per inserire un difensore, Coly. In 10 contro 10 è un'altra partita, con il Cesena che prende fiducia e che getta il cuore oltre l'ostacolo. Cuore che usa anche il Cittadella per conservare un vantaggio vitale per la classifica. A 9' dalla fine il match svolta ancora per l'espulsione del cesenate Garritano (doppia ammonizione). In 10 contro 9 il Citta si rilassa. All'89' sul Tombolato scende un brivido di paura quando Rodriguez coglie un clamoroso palo. Ma è la serata del Citta, che dopo Pasqua andrà a Reggio Calabria con il vento in poppa.