Città Impresa studia il tempo della crisi

di Luca Preziusi wSCHIO Il Festival Città Impresa arriva alla settima edizione, ma riparte da zero. Infatti l'obiettivo della due giorni di Schio sarà quello di rilanciare un nuovo mondo delle imprese attraverso la capacità di interpretare, comprendere e scardinare la crisi economica. Dall'11 al 13 aprile, tra Palazzo Fogazzaro, il Lanificio Conte, la sala degli affreschi di Palazzo Toaldi e il teatro civico di Schio (riaperto dopo 50 anni), ci saranno ben 50 appuntamenti, che vedranno ospiti 150 relatori e 50 partner ospiti dell'iniziativa «Nuovi Alafabeti per l'Economia», promossa da VeneziePost, Cuoa, Comune di Schio e Università di Padova. Tra i protagonisti ci sarà Andrea Guerra, l'amministratore delegato di Luxottica che aprirà la manifestazione intervistato da Ferdinando Giuliano del Financial Times, e poi il Premio Oscar, Didier Elzinga, Renato Soru presidente Tiscali, Yves De Boer governatore Nord Brabante, George Brugmans direttore Biennale Internazionale d'Architettura di Rotterdam e Diego Ciulli senior policy analyst Google Italy (tutti gli eventi saranno a ingresso libero ma per avere garanzia di posto in sala bisogna registrarsi sul sito internet, www.festivalcittaimpresa.it). Presieduto anche quest'anno da Stefano Micelli, direttore scientifico Fondazione Nord Est, Città Impresa punta a confermarsi laboratorio di progettazione strategica del territorio. Made in Italy e pianificazione del territorio, sfida all'internazionalizzazione e reti di impresa, lean management e gestione delle risorse umane, progettazione del turismo e rapporto tra cultura ed economia sono solo alcuni dei temi che verranno affrontati da un gruppo di relatori d'eccezione. «La crisi di questi anni sta portando cambiamenti strutturali nella nostra economia» ha commentato Micelli alla conferenza di presentazione «Gran parte delle categorie che abbiamo utilizzato per ragionare sul futuro meritano di essere ripensate e la stessa idea di crisi è in parte superata». Il 12 aprile, nel restaurato Teatro Civico di Schio, verranno premiati 10 imprenditori con il Premio Città Impresa 2014, tutti "capitani d'azienda" d'eccellenza radicati nel territorio delle Venezie, attivi in diversi settori, dai sistemi avanzati di trasmissione, all'industria metallurgica, il kidswear, lo sportswear, fino al food. «I 10 premiati di quest'anno sono esempi di visione imprenditoriale in grado di aprire orizzonti diversi e più ampi» ha affermato Antonio Maconi, direttore Festival Città Impresa «Tutte testimonianze di come sia possibile, in questi tempi di crisi, scrivere le nuove direttrici della nostra economia». Il Festival Città Impresa si concluderà domenica 13 aprile con il progetto Fabbriche Aperte, un percorso che porterà gli ospiti all'interno delle aziende per scoprire i processi, le materie prime e gli spazi in cui nascono i prodotti.