Roma, arriva la regina Elisabetta

ROMA Da quando è sul trono, sul soglio di San Pietro si sono succeduti sette Pontefici e al Quirinale sono passati dieci presidenti della Repubblica. Ma la Regina Elisabetta ha fatto sapere di essere «delighted» (felice) di tornare a Roma domani, anche solo per poche ore, per la quarta volta nel suo regno, la prima in 14 anni, accettando l'invito del presidente Giorgio Napolitano a un pranzo privato al Quirinale, dopo il quale incontrerà per la prima volta papa Francesco. Una visita lampo che avrebbe dovuto tenersi circa un anno fa che ma fu posticipata all'ultimo per problemi di salute dall'87enne sovrana britannica, che non viaggia all'estero dal novembre del 2011, quando visitò da capo di Stato l'Australia. Allora Napolitano era alla fine del suo (primo) settennato e il Papa era Benedetto XVI. «Nel frattempo - fa sapere Buckingham Palace - un nuovo Pontefice è stato eletto e Sua Maestà coglierà questa opportunità per incontrare Sua Santità papa Francesco per la prima volta». Quello romano, annunciato da Buckingham Palace il 4 febbraio scorso, sarà un blitz di un solo giorno, in compagnia del consorte, principe Filippo di Edimburgo, 92 anni, con solo due incontri. L'atterraggio è previsto a Ciampino. Poi il pranzo riservato offerto da Napolitano al Quirinale. Ancora più informale sarà l'incontro privato dei consorti reali e il Pontefice che avverrà alle 15,30 nello presso l'aula Paolo VI. Un'udienza al di fuori dei canoni dell'ufficialità normalmente riservata a tutti i capi di Stato e di governo nei faccia a faccia col Pontefice, che avvengono nel palazzo Apostolico.