Paracarri anti park in via Verdi e i commercianti protestano

«Ci mancava questa»!. Dopo crisi e mancata sicurezza, per i commercianti del centro, si aggiunge un nuovo problema; quello della viabilità. Sono sul piede di guerra, a dir poco infuriati, gli esercenti di via Verdi, che ieri mattina hanno assistito all'installazione di una lunga fila di paracarri sul marciapiede proprio di fronte ai loro negozi. Attorno alle 11, nel tratto di strada che va dall'angolo di via Dante fino a piazza Insurrezione, nella zona in cui fino all'altro giorno sostavano auto e camioncini per il carico scarico della merce, in poco più di mezz'ora, due operai del Comune hanno posizionato una quindicina di paracarri, mettendo fine a quelle che erano di fatto le abitudini della strada. E i negozianti non sono stati a guardare. In molti sono usciti nel tentativo di impedire il posizionamento dei paracarri, tanto che per quietare gli animi e fornire qualche spiegazione, armato di metro e documentazioni, è arrivato il geometra dell'area tecnica del Comune, Gabriele Zancanella. «Questo è un atto di arroganza inaccettabile. Nessuno ci ha avvisato di nulla, altro che collaborazione! Come minimo prima ci aspettavamo un incontro, una comunicazione da parte del Comune», sottolinea adirato il presidente dell'Associazione commercianti del centro Massimiliano Pellizzari, titolare dell'ottica di via Verdi, che ieri mattina ha visto i paracarri davanti al proprio negozio nascere come funghi. «Questa è una zona in cui è sempre stata assente la segnaletica orizzontale, dove bene o male veniva tollerata la fermata di pochi minuti per il carico scarico. Proprio noi commercianti un anno fa avevamo chiesto al Comune di installare questo tipo di segnaletica, ed ecco la risposta. Sono stati risparmiati solo i quattro posteggi per i residenti» spiega Pellizzari mentre indica dall'altro lato della strada i vari furgoni fermi a caricare e scaricare le merci a cavallo tra il marciapiede e la corsia preferenziale degli autobus. «Ecco cosa succede. Non c'è materialmente spazio per potersi fermare e così viene invasa, anche in maniera pericolosa, la corsia degli autobus». Nonostante le accese proteste, i paracarri in via Verdi restano, anche se i commercianti sono decisi a non passare sopra alla questione. «Ci sono gli estremi per fare ricorso al Tar. Se è vero che questo non è uno spazio idoneo per fare parcheggi, allora anche i quattro posti per i residenti sono illegittimi e vanno smantellati. In caso contrario vogliamo assolutamente che i paracarri vengano rimossi a favore di posti o per il carico scarico o di qualsiasi altro tipo». Alice Ferretti