«Non c'erano manifestanti all'arrivo del vescovo»

ESTE Il vescovo non ha voluto evitare i licenziati dalla Santa Tecla che hanno manifestato domenica a Este: semplicemente non li ha incontrati quando è arrivato né quando è uscito. È scritto in una nota dell'Ufficio stampa della Diocesi, diffuso ieri in seguito alla pubblicazione della notizia della protesta, questo il dettaglio: «Nel pomeriggio di domenica il vescovo Antonio Mattiazzo si è recato al Duomo Santa Tecla di Este per celebrare le cresime. È arrivato pochi minuti prima delle 17 ed è entrato dall'ingresso principale, passando dal sagrato del Duomo, dove non c'era alcun presidio di protesta in quel momento. Alle 17 infatti il vescovo incontrava i genitori e i ragazzi della cresima nell'oratorio interno al Duomo. Dopo l'incontro è sceso in chiesa per la celebrazione e al termine delle cresime, intorno alle 19.30, quando il vescovo è uscito, nessun presidio era presente nei pressi del Duomo. È del tutto infondato, quindi, affermare, presumere o far credere alla gente che il vescovo Antonio Mattiazzo abbia scelto entrate secondarie per sottrarsi a eventuali incontri con il presidio di protesta».