Fourjoy, prove di Smart a quattro posti

LUNGHEZZA 3,49 metri LARGHEZZA 1,98 metri ALTEZZA 1,49 metri MOTORE elettrico POTENZA 55 kW BATTERIA ioni di litio da 17,6 kWh TEMPO RICARICA da 30 minuti a 7 ore di Paolo Odinzov Ha debuttato in anteprima al Salone di Francoforte e la scorsa settimana è stata la protagonista ufficiale di un evento a Roma, all'interno degli Studios International nel quartiere Ostiense, in occasione del quale l'artista del "nastro adesivo" No Curves ha realizzato un'installazione grafica ispirandosi alle sue forme e sottolineandone lo stretto legame che ha con l'arte. Parliamo della Smart FourJoy: show car che prefigura come sarà la prossima edizione della best seller di Hambach, completamente riprogettata e declinata nella versione "lunga" che segnerà il suo ritorno nel segmento delle quattro posti. Non è comunque la prima volta che la Smart unisce arte e motori. Da sempre ambasciatrice di stile e sostenibilità, la Fortwo è infatti ad esempio l'unica automobile in produzione esposta al Moma di New York. Nel caso della nuova Fourjoy, poi, questa è addirittura il modello che anticipa il nuovo family feeling di marca evidenziandone l'aspetto più creativo e fantasioso. Basta vederla per rendersene conto. Sviluppata nel pianale in collaborazione con il gruppo Renault-Nissan (dalla stessa architettura deriverà anche la prossima Twingo) mischia nelle forme della carrozzeria tratti futuristici e linee tese che pur se non rimarranno tali nell'edizione di serie reinterpretano il concetto di citycar in una chiave decisamente inedita. Tutto, però, usando come base della struttura elementi classici e marcatamente Smart, tipo la cellula tridion che lascia molto spazio all'interno della vettura, e rispettando la tradizione della Casa con delle dimensioni estremamente contenute (ovvero 3,49 metri in lunghezza, 1,98 in larghezza e 1,49 in altezza) nonostante si tratti di un'auto tagliata per accogliere quattro persone. «La Fourjoy sarà una vera Fortwo a passo lungo», dicono i progettisti. E il punto forte, stando a quanto trapelato da indiscrezioni, sarà pure la meccanica equipaggiata nella concept mostrata persino con una propulsione a zero impatto ambientale. Quest'ultima adotta infatti lo stesso motore elettrico a magnete permanente da 55 kW dalla Smart electric drive. Certamente, però, sotto al cofano della futura e coloratissima tedesca vi saranno tecnologie ereditate dai modelli superiori della Mercedes e non mancheranno innovative motorizzazioni termiche, destinate a sostituire gli attuali tre cilindri a benzina d'origine Daihatsu, tra cui il TCe a 3 cilindri di 898 cc per 90 Cv made in Renault, omologato Euro 6 e caratterizzato da una particolare gestione delle sovralimentazione tale da consentirle la massima riduzione di consumi ed emissioni. Per saperne di più bisognerà in ogni modo attendere ancora un po' perché il debutto della Fourjoy, in versione definitiva, è previsto per la fine dell'anno. ©RIPRODUZIONE RISERVATA