Protocollo legalità Il Prefetto assicura «É ancora valido»

VENEZIA Il protocollo di legalità «continua a produrre i suoi effetti». Il prefetto di Venezia, a seguito delle preoccupazioni per il mancato rinnovo di un Protocollo di legalità antimafia, risponde rassicurando l'opinione pubblica. «Il documento, sottoscritto il 9 gennaio 2012 dalle Prefetture del Veneto, dalla Regione Veneto, dall'Unione Regionale delle Province del Veneto e dall'ANCI Veneto, è finalizzato alla prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. Esso prevede in particolare che le stazioni appaltanti (Regione, Province e Comuni veneti) adottino ed inseriscano negli atti di gara condizioni idonee a potenziare la sicurezza degli appalti e la trasparenza delle relative procedure. Preme rassicurare, in proposito, che il Protocollo di legalità, sebbene formalmente scaduto, non ha perso la sua efficacia, in quanto gli impegni da esso previsti continuano ad essere effettivi in regime di prorogatio». La Prefettura precisa inoltre che è in corso, già da alcune settimane, la procedura di rinnovo, volta a modificare ed integrare il testo con prescrizioni ancora più stringenti.