Cresciuta l'incidenza dei tumori nell'area Bagnoli ex Italsider

Dal 2008 al 2012 nella municipalità Bagnoli-Fuorigrotta a Napoli, area dell'ex Italsider, è cresciuta l'incidenza di mesoteliomi e tumori alla vescica rispetto alla media del resto della città e dell'Italia e sono aumentati i nuovi casi di carcinoma polmonare. È quanto emerge dal lavoro dell'Osservatorio oncologico promosso nel 2012 dal Comune partenopeo e dai ricercatori dell'Angir, che hanno utilizzato le banche dati dell'Anagrafe comunale, dell'Asl e dei medici di base. Tra i fattori di rischio che influenzano il dato dell'incidenza, si legge nel rapporto, si annoverano sicuramente l'esposizione all'amianto per il mesotelioma e l'esposizione pregressa a inquinanti ambientali di origine industriale e non, oltre ai fattori già riconosciuti. In particolare il tasso di incidenza standardizzato su 100 mila abitanti per il carcinoma alla vescica è di 16,9 per i maschi della X municipalità, 9,9 per l'intera città e 9 per l'Italia.