Senza Titolo

ROMA Papa Francesco fa meta nel cuore dei rugbisti di Italia e Argentina. Gli azzurri e i Pumas, infatti, hanno vissuto con un tifoso speciale come Bergoglio la vigilia del Cariparma Test Match in programma oggi allo stadio Olimpico di Roma (ore 15). «Il rugby è uno sport molto simpatico» ha detto il Santo Padre a giocatori e dirigenti riuniti nella Sala Clementina «e vi dico perché lo vedo così: perché è uno sport duro, c'è molto scontro fisico, ma non c'è violenza, c'è grande lealtà, grande rispetto. Giocare a rugby è faticoso, non è una passeggiata. E questo penso che sia utile anche a temprare il carattere, la forza di volontà. Nel rugby si corre verso la meta. Questa parola così bella, così importante, ci fa pensare alla vita, perché tutta la nostra vita tende a una meta» le sue parole; «e questa ricerca è faticosa, richiede lotta, impegno, ma l'importante è non correre da soli. Per arrivare bisogna correre insieme, e la palla viene passata di mano in mano, e si avanza insieme, finché si arriva alla meta». All'incontro ha partecipato anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, presente in Vaticano con il numero uno del Cio, Thomas Bach. «È stata una bella pagina di sport» ha riconosciuto Malagò. «È stato un incontro coreograficamente straordinario: a sinistra della Sala c'era la delegazione argentina, a destra quella italiana. I giocatori italiani e argentini erano molto commossi, molti hanno portato con loro le compagne ed i loro bambini, anche di pochi mesi». Il Pontefice ha fatto infatti breccia nei giganti della palla ovale. «È difficile trovare le parole adatte per descrivere l'emozione provata» ha ammesso il capitano azzurro Sergio Parisse «era il nostro primo incontro, mi sono limitato ad ascoltare ed a consegnargli la maglia ed il pallone autografato, mentre il presidente Gavazzi ha omaggiato Papa Francesco con il cap dell'Italia». Il numero 8 dell'Italia ha poi parlato di cose più terrene, come il match con i Pumas. «Le ultime volte che li abbiamo affrontati qui in Italia ci hanno sempre battuti, sarà una partita importante per chiudere in positivo questa serie autunnale. Veniamo da due partite non brillanti, vogliamo finire con una prestazione di qualità». Nel derby latino però non si faranno sconti.