Convegno storico sulla scuola locale fra valori e ricordi

«Quando la scuola si accende», un pomeriggio dedicato alla storia della scuola nella Bassa e alla riflessione sul valore dell'istruzione oggi. Si intitola così il convegno organizzato per domani, alle 15.30, alla scuola Zanchi. L'evento porta la firma delle riviste "Terra e Storia" e "Venetica" (che a questo argomento ha dedicato l'ultimo numero) e dell'associazione "Non solo spettatori". Invitati insegnanti e studenti. Saranno illustrate le esperienze didattiche più innovative che hanno interessato la Bassa negli ultimi 50anni. Il dibattito sarà animato dallo storico Francesco Selmin, dai dirigenti scolastici Paola Morato e Cesare Cecchetto, da Totò Mazza della Cgil e da Anita Pignataro, Mauro Vigato (che racconterà della media di Carceri negli anni '70), Angelo Ferro (con l'esperienza di Stanghella), Fernanda Randi (un racconto da Schiavonia), finendo con Luigi Barbagin e Flores Baccini, che raccoglieranno i ricordi degli istituti di Bresega e Cinto. (n.c.)