I lavoratori della Santa Tecla protestano davanti alla sede

ESTE Una ventina di lavoratori della casa di riposo Santa Tecla si sono radunati ieri mattina davanti alla sede di via Pra' per protestare contro la direzione della struttura. Si tratta dei dipendenti che da poco sono passati al sindacato Usb e che denunciano gli «accordi sindacali farlocchi e miopi e a quelli di solidarietà che portano i lavoratori sotto la soglia di povertà, dopo dieci anni di sacrifici». I lavoratori hanno volantinato ed esposto bandiere e striscioni, chiedendo alla Fondazione uno sforzo maggiore per salvaguardare il futuro occupazionale di ogni dipendente e alla dirigenza di pagare in prima persona i problemi di bilancio della struttura. (n.c.)